Italy
noi@noi-insieme.it

Mese: Luglio 2020

N.O.I. 2013

DICEMBRE 2013 Seminario intensivo di Approccio Circolare di Secondo Livello avvenuto a Milano con educatori ed insegnati di vari paesi europei. DICEMBRE 2013 – Ricevuto l’ATTESTATO DI BENEMERENZA dal Comune Citta di Slave (LE) per aver contribuito alla crescita sociale e culturale della Città. DICEMBRE 2013 – Tavola Rotonda presso la sala consiliare del Comune…
Read more

N.O.I. 2012

DICEMBRE 2012 Interviste e collaborazioni con il professore di Economia presso l’Università di Roma Prof. Luigino Bruni. DICEMBRE 2012 Interviste e collaborazioni con il professore di Economia presso l’Università di Pisa Prof. Pierluigi Paoletti. DICEMBRE 2012 – Relazione Aperta di Approccio Circolare presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Udine. DICEMBRE 2012 Formazione all’Approccio Circolare…
Read more

N.O.I. 2011

NOVEMBRE 2011 Tavola Rotonda sul tema “La crisi nell’economia, nella famiglia, nell’educazione” a Palazzo Strafella (Morciano – LE) con l’Unione dei Comuni Terra di Leuca e il patrocinio del Comune di Morciano (LE). NOVEMBRE 2011 – Tavola Rotonda con gli “Indignados” a Roma.

Narciso

Smascherato e spogliato da ogni travestimento Narciso, da quel momento, e giorno dopo giorno, diventa il padrone di se stesso

Bibliografia e glossario

Bibliografia di riferimento e glossario con i termini più usati

L’importanza dell’ambiente

L’Approccio Circolare afferma che educare ed educarci significa costruire intorno alla persona un ambiente basato su valori come cooperazione, visione multiprospettica, atteggiamento aperto verso le differenze e partecipazione comunitaria proattiva in grado di promuovere, attraverso l’esempio, l’esperienza della “sensazione” del legame con l’altro.

Dal possesso allo scambio

l’Approccio Circolare considera la mente come “mente gruppale” e, quindi, come strumento di relazione, e lo scopo dello sviluppo individuale diviene quello di aprire la coscienza, attualmente ristretta dai confini di un “piccolo IO” (o “io bambino”), ad una dimensione globale, un “grande IO” (o “io adulto”),

Dimora della reciprocità

Tre mesi dopo, al controllo ospedaliero, il medico rimase incredulo e allibito nel verificare i referti e le ultime analisi che confermavano una evidente regressione del male

Le origini dell’intersoggettività

la nostra vita mentale è il frutto di una co-creazione, di un continuo dialogo con la mente degli altri, che costituiscono la matrice intersoggettiva (D. Stern).