Foto di Valdas Miskinis da Pixabay

Il sistema economico è in difficoltà. La crisi del coronavirus si sta estendendo ed è giunta al limite a prescindere dalla capacità dei governi e delle banche centrali di aiutare imprese, dipendenti, datori di lavoro, lavoratori autonomi e tutti noi. L'angoscia, reale e tangibile, ci porta a tentare in tutti modi di rientrare rapidamente alla normalità, a tornare con ostinazione a ciò che conosciamo bene del recente passato: l'economia dell'occupazione a tempo pieno, la cultura consumistica, la piacevolezza dello shopping e, naturalmente, la significativa crescita economica del prodotto nazionale.