Come va a Hollywood. Jonny Depp si sveglia e va in bagno. La cosa migliore al mondo, dopo alzati, è il caffè. È come se tutto il mondo si fermasse, i pensieri svaniscono e lasciano il posto alla beatitudine. Dura un minuto, ma è l’eternità. Prende la moka, la riempie d’acqua, prende la confezione di caffè Illy, toglie il coperchio. Vuota.

Le conquiste vanno cercate nei sentimenti. Giampaolo, 48 anni, orgogliosamente single. Funzionario commerciale di una grossa azienda produttiva di pavimentazioni. Da quando hanno decentrato gli stabilimenti all’estero la sua vita è un susseguirsi di decolli e atterraggi.

L'avevamo già sentito e sapevamo che la crisi sarebbe arrivata. Ma ciò che sorprende è il modo in cui è apparsa. Nessuno prevedeva che questo nuovo e occulto nemico avrebbe colpito e scosso il mondo. Succede sempre così quando qualcosa proviene dalle forze della Natura, molto spesso al di là dell'immaginazione umana

“Guardo fuori dalla finestra di casa, dove sono in quarantena da settimane, e vedo che viene rimosso il corpo di un vicino, deceduto da Coronavirus". Questo accade nel nostro paese. Il tasso di mortalità in Italia è molto più alto che in altri paesi. La paura della morte satura l'aria e i cittadini desolati non sanno come fronteggiare la lunga permanenza nelle case, non vedono la luce alla fine del tunnel.

L'uomo, per principio, dovrebbe essere all'apice della natura, la punta della creazione e il cuore della sua saggezza. Noi invece distruggiamo la terra. I naturalisti e gli esperti di ecologia hanno assolutamente ragione quando sostengono che non dovremmo estrarre petrolio e consumare le risorse rimaste, che non dovremmo bruciare materiali sintetici e sradicare dall'abbraccio della terra gli alberi nelle foreste.

E’ vero, il coronavirus sta causando migliaia di morti, ma ha fermato lo sviluppo tecnologico, la combustione del petrolio, l’inquinamento dell’aria e dell’acqua. Nel mondo, ogni anno muoiono decine di migliaia di persone a causa dell’inquinamento atmosferico. Quindi, quante morti il coronavirus ha impedito nelle ultime settimane?

Milioni di persone si trovano nella stessa situazione di quarantena. In questa condizione così esasperata, è importante osservare che il quadro generale è uguale per tutti, anche se questo non è una consolazione.