Questo inizio è condizionato dall’obbligo di indossare la mascherina in aula e dal distanziamento in quanto esiste ancora la possibilità di contagio da coronavirus. Le famiglie sono confuse e insicure per la salute e la preparazione e culturale dei figli.

Quando siamo angosciati e perplessi perché le ansie ci sovrastano e non abbiamo nessuno a cui rivolgerci, ci sentiamo come in un vicolo cieco senza via d’uscita, nel buio totale. È proprio da questa oscurità che può nascere un richiamo, una spinta verso un mondo meraviglioso.