Il Coronavirus ha un’origine biologica. Le norme igieniche, così come le istruzioni mediche, dovrebbero essere rigorosamente rispettate per proteggerci dalla sua diffusione. Ma il virus biologico e materiale è una conseguenza, quindi il trattamento a livello biologico è obbligatorio, ma non è la cosa principale.

Lo squilibrio con il sistema della natura è fonte di dispiaceri e problemi di vario genere. Non si tratta solo di piante e animali, ma riguarda la forza dell’intera natura, un sistema che funziona con perfetta integrità. Viviamo in modo sempre più separato ed ostile. La natura lo segnala in vari modi prima di agire, ma alla fine non ha scelta: accresce la forza dei suoi segnali ed agisce, anche attraverso questi virus.

La parte principale che opera nella realtà è il pensiero, il cui potere si trova in cima alla scala delle capacità di influenzare il mondo. Noi non ne siamo consapevoli, ma è l’arma più potente che esiste nella realtà. Se usiamo i nostri pensieri in modo ostile, per trarne benefici a scapito del prossimo, non solo danneggiamo gli altri, ma anche noi stessi. Questo si espande, contagiando tutti i livelli: animale, vegetale e minerale. La natura è un sistema unitario. 

Se sceglieremo di relazionarci l’uno con l’altro in modo corretto, allora potremo vedere con i nostri stessi occhi come “il lupo dimorerà con l’agnello, il leopardo con il capretto si coricherà” in pace e armonia. Proviamo l’esperienza di “cessate il fuoco”, una “tregua mentale” in tutto il mondo. Se per due o tre mesi ci asterremo dal pensare male gli uni degli altri, alla fine potremo vedere la natura cambiare. Non solo gli animali comuni, ma anche quelli feroci vagheranno liberamente nei parchi con un atteggiamento amichevole tra di loro e con noi.

Si tratta di un esperimento di facile attuazione, i cui risultati sono facilmente verificabili.  Dopo meno di un mese di quarantena già vediamo i primi risultati, anche senza alcuna consapevolezza da parte nostra, perché ci è stato imposto. Il problema è che non siamo interessati a nessun cambiamento. Corriamo solo dietro ai profitti a discapito della natura. 

Conseguenza di ciò sono i virus che appaiono e si mettono in fila, in attesa di rivelarsi, e rivelarci dove risiede il problema. La natura non punisce. La natura è il pensiero da cui proviene tutta la vita, un pensiero il cui scopo è favorire tutti. Se solo useremo il potere del pensiero a beneficio del prossimo, che è la parte più vicina a noi, saremo un tutt’uno con la natura.